Vittorio Continelli

Cave Inferos

Acheronta movebo

Esistono luoghi che sono infernali e celestiali insieme, luoghi fisici o della memoria o dello spirito, poco importa. Ci sono luoghi che appaiono a seconda dell’ora del giorno o della luce o del nostro stato d’animo come l’imbocco degli Inferi e agli Inferi o all’Inferno o nell’Ade prima o poi spetta a tutti di andarci. Spetta per esempio a Orfeo, ma non solo a lui, di recarvisi con l’aspirazione di sovvertire l’ordine delle cose, di ribaltare l’Inferno. Solo chi è disperato può pensare una cosa simile, solo chi è disperato può pensare di compiere l’impresa ma ovviamente va male. Sempre.


Vittorio Continelli (Ostuni, 1975): autore, attore e regista teatrale. Si forma presso il Centro Teatro Ateneo di Roma dell’Università La Sapienza di Roma con Cathy Marchand e Franca Angelini. Collabora negli anni con Teatro Minimo, Teatro dei Venti, Skintrade, Microscopia Teatro, La Luna nel Letto. Vincitore del Premio Ettore Petrolini e del premio Operum Harmonia per il teatro, del premio Ribalta d’autori per la letteratura, finalista di numerosi concorsi teatrali e letterari. È attualmente impegnato nella produzione teatrale de La Luna nel Letto L’abito nuovo di E. De Filippo e L. Pirandello oltreché in discorso sul Mito, progetto di racconto e di incontro con il pubblico al di fuori degli spazi teatrali convenzionali; nel progetto di scrittura e messa in scena sull’Orlando Furioso dirò d’Orlando produzione dell’associazione Sidera