Ivan Talarico - Daniele Parisi-La vita è belva

5,00

Categoria

Esaurito

Monologhi, canzoni, poesie e dialoghetti amorali. Questi gli ingredienti dello spettacolo tragicomico che Daniele Parisi, autore e attore per il cinema e teatro, e Ivan Talarico, cantautore, poeta e teatrante, portano in scena, sgretolando le certezze ma ostinandosi a cercare una vita migliore nel posto sbagliato.

Proveranno a convincervi che il tramonto è l’alba di una nuova notte, che i quadrati sono cerchi spigolosi e che le lacrime sono il modo migliore che hanno gli occhi di sudare.

BIOGRAFIA

Ivan Talarico

Ivan Talarico, cantautore, poeta e teatrante, vive a Roma. È stato ospite al Premio Tenco 2016 e ha vinto il premio per il miglior testo a Musicultura 2015. Ha pubblicato due libri di poesie, Ogni giorno di felicità è una poesia che muore (2014) e Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate (2016) per Gorilla Sapiens Edizioni. Nel 2019 è uscito il suo primo disco Un elefante nella stanza per l’etichetta Folkificio. Da anni conduce il laboratorio “Come smettere di scrivere per scrivere meglio” e altri progetti sulla creatività e la scrittura. Nel tempo libero colleziona lacrime di gioia.

Daniele Parisi
Ragazzino timido e introverso, sin dalla tenera età gridava in faccia a tutti gli sconosciuti fino a perdere i sensi.
Asmatico e allergico ai raggi ultra violetti (così dissero nel 1987),spesso in classe portava gli occhiali da sole: per questo motivo veniva deriso. Un talento ce l’aveva: leggeva una pagina e la imparava subito a memoria. Sua zia era convinta che fosse posseduto dal demonio. A 9 anni, insieme ad un suo compagno di classe, gira un film amatoriale con la telecamera di suo padre dal titolo Highlander 4. Nel cast c’era anche sua sorella: moriva in tutte le scene. Comincia a fare teatro al liceo, si laurea e poi si diploma in recitazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico. Fa lo scritturato e cade in depressione. Sogna di perdere i denti. Per non diventare pazzo comincia a scrivere sulla scena realizzando i suoi spettacoli. Quando va fuori dice di essere romano, anche se dentro sa di essere cresciuto tra Ciampino e Albano Laziale. Conta di morire non prima dei 130 anni, salvo complicazioni

X
0
    0
    Carrello
    Carrello VuotoRitorna al negozio